MadCap Flare

19 Maggio 2021

Ci sono strumenti di lavoro che in Editha diventano un mai più senza già dal primo uso: MadCap Flare è uno di questi. Grazie all’impronta topic-based, questo strumento permette una riduzione significativa dei tempi di redazione, aggiornamento e pubblicazione.

Cos’è MadCap Flare

MadCap Flare si presenta con le parole “più di uno strumento di redazione” e noi di Editha lo sappiamo bene. MadCap Flare permette la creazione di documentazione tecnica, manuali, guide, norme, help online, portali, knowledge base, massimizzando il riuso dei contenuti e facilitando la pubblicazione multicanale.

Il cuore di MadCap Flare è una tecnologia avanzata per la redazione topic-based, per creare, aggiornare e pubblicare agevolmente gli stessi contenuti in formati diversi.

I vantaggi di MadCap Flare

Abbiamo deciso di specializzarci nell’uso di MadCap Flare (e abbiamo conseguito la certificazione di MadCap Advanced Developer) perché questo strumento ci offre un’incredibile flessibilità nei processi di DTP, migrazione e redazione.

I vantaggi dell’uso di MadCap Flare rispetto ad altri programmi (o anche altri Content Management System meno flessibili) sono molti, tra questi i nostri preferiti sono:

  1. Redazione topic-based: per un approccio modulare alla scrittura dei documenti, in cui la struttura del documento viene suddiviso in moduli di senso compiuto da riutilizzare;
  2. Gestione di progetti multilingua: per poter supportare i nostri partner nel processo di traduzione in oltre 40 lingue (incluse arabo ed ebraico);
  3. Gestione avanzata di variabili ed elementi condizionali: per poter sfruttare al massimo il riuso dei contenuti;
  4. Flusso di revisione ottimizzato: per un aggiornamento controllato delle versioni favorendo un risparmio di tempi e costi di redazione, traduzione e DTP;
  5. Pubblicazione multicanale: per lavorare su più output a partire da un unico contenuto ed evitare dispersioni e disallineamenti;
  6. MadCap Analyzer: per produrre report per analizzare criticità (link interrotti, stili duplicati, frammenti inutilizzati)

Come usiamo MadCap Flare in Editha

In Editha utilizziamo MadCap Flare con due canali preferenziali: DTP per manuali e help, e migrazione di contenuti esistenti su altri formati.

Il canale del DTP per la traduzione è ciò che ha dato il via alla nostra passione per MadCap Flare. Con le agenzie di traduzione con cui abbiamo collaborato negli anni abbiamo sviluppato una procedura per isolare i file da tradurre in modo che potessero essere gestiti facilmente da Trados Studio, il CAT Tool più comunemente usato dai nostri partner di traduzione.

Supportare le agenzie di traduzione nel processo di localizzazione multilingua ci ha offerto un ampio panorama di documentazione e casistiche legata agli aspetti della redazione, dell’aggiornamento e della traduzione multilingua in Flare. Grazie a questa esperienza acquisita sul campo, lavorando su documentazione MadCap Flare per i clienti più vari, dall’ambito medicale a quello della refrigerazione industriale, abbiamo poi affinato una procedura per migrare efficacemente i contenuti da formati esistenti (Word, Frame Maker, Indesign e PDF) a MadCap Flare, strutturandola in moduli di senso che potessero poi essere riorganizzati, aggiornati e pubblicati senza fatica, evitando le strutture che più facilmente abbiamo visto generare errori a lungo termine.

Per migrare contenuti esistenti da un altro programma a MadCap Flare, analizzare o tradurre e impaginare progetti MadCap Flare esistenti contattaci, valuteremo insieme il tuo progetto!

Scritto da Sabrina Fiorini

Sabrina Fiorini è la CEO e Project Coordinator di Editha. Con quasi 30 anni di esperienza nel campo del Desktop Publishing, ha fondato Editha creando una rete internazionale di professionisti del settore per offrire un'offerta completa ad agenzie di traduzione e dipartimenti di redazione tecnica. Ama l'apprendimento continuo ed è appassionata di diete che legge assiduamente sorseggiando un calice di buon vino rosso.
Documentazione tecnica e sostenibilità

Documentazione tecnica e sostenibilità

Tra i punti oggetto di discussione nella bozza del nuovo Regolamento Macchine troviamo anche la proposta, diretta al fabbricante, di realizzare l’intera documentazione che accompagna la macchina esclusivamente in formato digitale. È possibile avviarsi verso una digitalizzazione anche solo parziale della documentazione tecnica? È quello che i tecnici attualmente al lavoro sulla nuova proposta di Regolamento Macchine si stanno chiedendo. Questo articolo analizza criticità e vantaggi di questa digitalizzazione.

Il DTP per la traduzione

Il DTP per la traduzione

File che non si aprono, tabelle disallineate, font che saltano, errori di traduzione. Tutto ciò si può evitare con il DTP per la traduzione.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.