La qualità al centro: ISO 9001

19 Novembre 2021

Da novembre 2011 Editha è certificata ISO 9001:2015, per la progettazione ed erogazione di servizi per l’editing di comunicazione tecnica. La norma serve a definire e certificare i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per un’organizzazione.

Sebbene non possa sembrare il tipo di notizia al quale dedicare un post, abbiamo deciso di ritagliarci questo piccolo spazio per raccontare il processo di certificazione, perché per noi ha rappresentato un momento importante per metterci in discussione.

Cos’è la norma ISO 9001

La dicitura ISO 9000 raccoglie diverse normative e linee guide sviluppate dall’ISO, l’Organizzazione internazionale per la normazione, che definiscono quali devono essere i requisiti aziendali di un sistema della gestione della qualità. Il fine di questo sistema di gestione della qualità è controllare i processi interni dell’azienda, migliorare l’efficacia e l’efficienza nell’erogazione dei propri servizi per ottenere e incrementare la soddisfazione del cliente finale.

La norma ISO 9001:2015 nello specifico è relativa ai Sistemi di gestione della qualità: la sua finalità è quella di definire e certificare i requisiti aziendali dei sistemi di gestione per la qualità.

Per poter soddisfare i requisiti della norma e ottenere la certificazione vengono analizzate tutte le fasi dell’erogazione di un servizio a tutti i livelli dell’azienda, dalla direzione aziendale all’assistenza dopo la consegna, passando per le fasi di pianificazione, progettazione, vendita, ed erogazione dei servizi. Il fine ultimo della norma è quello di certificare che l’azienda abbia al suo interno una serie di processi operativi che puntano al raggiungimento dei propri obiettivi e alla soddisfazione del cliente finale.

Storia ed evoluzione

La norma ISO 9001 è stata emessa nel 1987 e revisionata diverse volte nell’arco degli ultimi 30 anni: nasce infatti con un focus principale sulle imprese di tipo manufatturiero, concentrate principalmente su controllo e assicurazione della qualità e un apparato burocratico molto complesso.

Con gli anni la norma si è evoluta per eliminare i linguaggi e le prescrizioni tipiche del settore manufatturiero e aprirsi anche a piccole imprese e a chi non fabbrica prodotti ma eroga servizi.

Cosa vuol dire per Editha questa certificazione

Abbiamo scritto diverse volte di come la condivisione dei processi e della conoscenza sia una parte fondante della nostra azienda. Abbiamo deciso di intraprendere il processo di certificazione della qualità in azienda grazie alla ISO 9001 non perché desideravamo poter mostrare un altro logo nel footer del nostro sito o nei nostri documenti, ma perché ottenerla significava esaminare a fondo la nostra realtà e i nostri processi e provare con metodo scientifico che quello che ci raccontavamo non erano solo parole.

Affrontare il percorso di certificazione ha significato passare sotto una lente di ingrandimento ogni singola area della nostra azienda, dalla direzione al servizio di assistenza post-consegna dei nostri file, passando per la pianificazione dei lavori, per la gestione dei team e dei rapporti col cliente, per il project management, fino alle consegne, analizzando tutte le nostre risorse.

Per mesi abbiamo lavorato per garantire che ogni aspetto di Editha rispondesse ai valori che abbiamo dichiarato: così abbiamo lavorato su più fronti, confrontandoci con i nostri collaboratori e le nostre collaboratrici, rivedendo tutta la documentazione che abbiamo prodotto negli anni, esaminando l’infrastruttura che regge il nostro lavoro.

Abbiamo deciso di affrontare la certificazione come affrontiamo ogni progetto: al meglio delle nostre capacità, senza tralasciare anche il più piccolo dei particolari. Editha ne è uscita più ricca, con un team che ha partecipato attivamente al processo e una documentazione delle procedure più completa che mai: un corpus di conoscenza ricco e dettagliato da cui i nostri clienti traggono e trarranno beneficio progetto dopo progetto. Abbiamo deciso di usare Monday, il nostro gestionale aziendale, non solo come uno strumento di project management per monitorare lo stato dei progetti, ma ne abbiamo fatto un uso personalizzato, integrandolo con una knowledge base strutturata che possa essere condivisa al momento, ricca di guide scritte e video.

Abbiamo voluto mettere nero su bianco questo momento per poterlo ricordare in futuro, per tenere sempre a mente che anche dentro una piccola sigla alfanumerica possiamo racchiudere la promessa che facciamo a noi e ai nostri clienti: di lavorare sempre con poesia.


© Editha srl – Questo è un post originale scritto da Editha srl che ne detiene il copyright.

Scritto da Sabrina Fiorini

Sabrina Fiorini è la CEO e Project Coordinator di Editha. Con quasi 30 anni di esperienza nel campo del Desktop Publishing, ha fondato Editha creando una rete internazionale di professionisti del settore per offrire un'offerta completa ad agenzie di traduzione e dipartimenti di redazione tecnica. Ama l'apprendimento continuo ed è appassionata di diete che legge assiduamente sorseggiando un calice di buon vino rosso.
Tradotto in poesia

Tradotto in poesia

Tradotto in poesia descrive il nostro modo di lavorare. Non è una formula vuota: racchiude i nostri valori aziendali in tre parole.

La gestione di un team da remoto

La gestione di un team da remoto

Smart working: come si gestisce un team da remoto, gli strumenti per un project management condiviso e come sentirsi parte di un gruppo reale, non virtuale.

1 commento

  1. Silvia Rossi

    Editha è… Qualità! Complimenti!!! 🙂

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *